Posizionamento Organico - Servizi SEO in Italia - Posizionamento Siti Web - Agenzia SEO - Web Marketing - Consigli SEO GRATUITE - Ottimizzazione SEO - Posizionamento su Google

8 best practice SEO da conoscere per i developer di Neil Patel

8 best practice SEO da conoscere per i developer di Neil Patel

Lo sviluppo web e l’ottimizzazione per i motori di ricerca (SEO) diventano sempre più intrecciati man mano che i motori di ricerca diventano più intelligenti. Pertanto, gli esperti in entrambi i campi devono avere una conoscenza di base dell’altro.

Cosa devono sapere gli sviluppatori sulla SEO?

Se sei responsabile della creazione e della manutenzione di un sito web, sei anche parzialmente responsabile di assicurarti che possa essere classificato nei motori di ricerca.

La SEO è spesso suddivisa in tre categorie:

SEO tecnica: come i bot dei motori di ricerca scansionano e indicizzano un sito web

SEO on-page: quanto bene il contenuto del sito è ottimizzato per le parole chiave target e l’esperienza dell’utente

SEO off-page: come altri siti web si collegano al tuo sito web per aumentarne l’autorità

Naturalmente, gli sviluppatori svolgono un ruolo importante nella SEO tecnica, ma non è qui che dovrebbe finire la SEO per gli sviluppatori. Aiutano anche a garantire un’esperienza utente positiva, che può aiutare con la SEO on-page e off-page.

Ecco otto migliori pratiche SEO su cui gli sviluppatori possono concentrarsi per portare i loro sforzi al livello successivo.

1. Mantieni pulito il tuo codice

Gli sviluppatori Web possono fare così tante cose incredibilmente intricate, ma spesso è utile mantenere le cose semplici.

Gli utenti apprezzano la comodità più di qualsiasi altra cosa. Vogliamo un rapido accesso alle informazioni e tutto ciò che si frappone danneggia l’esperienza dell’utente. Un codice più complicato può portare a più blocchi stradali per i visitatori del sito.

Mantenere il codice pulito è uno dei primi passi nella SEO per gli sviluppatori. Quando le persone atterrano su un sito Web, prendono decisioni rapide sul fatto che valga la pena.

2. Mantieni i tempi di caricamento veloci

Basandosi sul codice complicato: i tempi di caricamento sono vitali per la SEO.

I motori di ricerca desiderano indirizzare gli utenti a siti Web che rispondono in modo rapido e accurato alle loro domande.

Se un altro sito Web può fornire informazioni comparabili due volte più velocemente delle tue, Google probabilmente darà loro la priorità nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (SERP).

SEO per sviluppatori – velocità di caricamento della pagina

Anche se i tempi di caricamento non fossero un fattore di classificazione diretto, questo sarebbe comunque un grosso problema.

Il tempo di caricamento di una pagina influisce direttamente sulla sua frequenza di rimbalzo. Ad esempio, le pagine che impiegano due secondi per essere caricate hanno una frequenza di rimbalzo media del 6%. Dopo quattro secondi, il tasso sale al 24 percento e, una volta trascorsi solo sei secondi, il 46 percento dei visitatori se ne è andato.

Quando Google vede le persone tornare direttamente ai risultati di ricerca, probabilmente pensa che la tua pagina non sia preziosa e assegna meno potere di ranking.

3. Usa i reindirizzamenti corretti

I siti web sono in continua evoluzione. Il contenuto viene aggiornato, le pagine si spostano, vengono aggiunti nuovi elementi e gli sviluppatori si assicurano che ciò avvenga senza intoppi.

L’utente finale è il fattore più critico in questa equazione perché tutto ciò che fai deve funzionare per loro. Tuttavia, devi anche pensare a come i crawler visualizzano il tuo sito web.

È qui che è essenziale capire come funzionano i reindirizzamenti in SEO.

I due reindirizzamenti più comuni che influiscono sulla SEO sono i reindirizzamenti 301 e 302.

Un reindirizzamento 301 indica ai motori di ricerca che un sito Web o pagine sono state spostate in modo permanente. Quando utilizzi un reindirizzamento 301, i motori di ricerca trasferiranno la maggior parte del link equity della pagina originale alla nuova pagina.

Un reindirizzamento 302, invece, indica che una pagina è stata spostata temporaneamente. Potresti usarlo quando stai ridisegnando o aggiornando il tuo sito, ma vuoi comunque mantenere l’equità del link della pagina originale.

L’uso corretto dei reindirizzamenti può sembrare una piccola cosa, ma può fare una grande differenza in termini di SEO.

4. Aggiungi una mappa del sito

I motori di ricerca sono molto sofisticati, ma non sperimentano un sito web come fanno gli umani. Hanno bisogno che tu dia loro indizi su come le pagine si collegano tra loro e uno dei modi in cui puoi farlo è con la tua mappa del sito.

Quando indicizzi il tuo sito, i bot seguono ogni link per vedere dove vanno. Un modo in cui puoi aiutare con questo processo è aggiungere una mappa del sito.

Google e gli altri motori di ricerca dovrebbero essere in grado di eseguire la scansione dell’intero sito se utilizzi un buon collegamento interno. Tuttavia, i siti di grandi dimensioni possono diventare complicati, quindi una mappa del sito semplifica le cose per i motori di ricerca e garantisce che il tuo sito venga indicizzato in modo appropriato.

5. Assicurati che il sito funzioni su dispositivi mobili

I dispositivi mobili rappresentano il 54,8% del traffico del sito web. Google lo sa, quindi dà la priorità ai siti Web che offrono un’esperienza mobile eccellente.

seo per sviluppatori – pagina ottimizzata per dispositivi mobili

Google ora utilizza l’indicizzazione mobile-first, il che significa che quando i suoi bot eseguono la scansione del tuo sito, utilizzano la versione mobile. Se il tuo sito web non funziona sui dispositivi mobili, è improbabile che si posizioni molto bene nelle SERP.

Ancora oggi, troppi siti web trascurano questo fatto vitale.

Per verificare le prestazioni del tuo sito web per dispositivi mobili, il test di ottimizzazione mobile di Google è un’opzione conveniente. Ti dà un rapido controllo delle prestazioni e ti dice dove puoi apportare miglioramenti.

Se vuoi scavare un po’ più a fondo, Google Lighthouse è anche un’ottima opzione per la UX complessiva.

6. Controlla il file Robots.txt

Il file robots.txt imposta le regole su come i web crawler eseguono la scansione di diverse parti di un sito web. È un semplice pezzo di codice, ma può avere un impatto significativo.

Un file robots.txt che blocca involontariamente i crawler dal contenuto può essere catastrofico per la SEO. Se i bot non possono eseguire la scansione della pagina, non verrà indicizzata, il che significa che non verrà visualizzata nei risultati di ricerca.

A volte, i webmaster non vogliono che una pagina venga indicizzata e un file robots.txt è uno strumento prezioso. Tuttavia, se il tuo team SEO nota che una pagina che dovrebbe ricevere traffico non lo è, tieni d’occhio un file robots.txt canaglia.

7. Assicurarsi che i collegamenti Follow/NoFollow siano utilizzati in modo appropriato

I link sono come la lingua del motore di ricerca, quindi devi saperlo parlare.

Una distinzione da tenere presente è seguire i link rispetto ai link no-follow.

I link follow, chiamati anche link do-follow, sono backlink in cui la persona che si collega alla pagina non modifica l’HTML per garantire che Google non associ il proprio sito a un altro. Quando un sito fornisce un backlink pulito senza modifiche, un crawler lo vede come una pagina che garantisce la qualità dell’altra.

I crawler guardano ancora i link no-follow per vedere dove vanno, ma non attribuiscono valore al link.

Da un punto di vista SEO, vuoi seguire i link da siti Web autorevoli al tuo. Tuttavia, dovresti comunque considerare preziosi i link no-follow. Anche se il link stesso non fornisce autorità, può comunque indirizzare il traffico verso o dal tuo sito.

Per gli sviluppatori, ciò significa che devono assicurarsi di utilizzare i collegamenti giusti per comunicare correttamente con i crawler.

8. Comprendere e implementare i dati strutturati

I dati strutturati possono essere complicati per molte persone coinvolte nella SEO… ed è qui che gli sviluppatori possono davvero brillare. Gli sviluppatori sanno già come formattare una pagina in modo che tutte le sue parti scorrano bene e possano essere lette sia dagli utenti che dai motori di ricerca.

seo per sviluppatori – dati strutturati

Se utilizzati correttamente, i dati strutturati consentono a Google di sapere esattamente cosa c’è in ogni parte di una pagina web. Oltre a ciò, può dire a Google esattamente a quali domande stai rispondendo.

SEO per sviluppatori: domande frequenti

Come fanno gli sviluppatori a fare SEO?

Gli sviluppatori dovrebbero avere familiarità con la SEO tecnica e un’esperienza utente efficace.

Gli sviluppatori Web fanno SEO?

Gli sviluppatori web fanno SEO in una certa misura. Un sito web pulito e funzionante che offre un’ottima esperienza utente essenziale per la SEO è tutto il dominio dello sviluppatore.

Che cos’è lo sviluppo di software SEO?

Lo sviluppo di software SEO è il processo per assicurarsi che il software e le applicazioni web siano SEO-friendly.

Qual è il ruolo di uno sviluppatore SEO?

Uno sviluppatore SEO comprende come le decisioni di sviluppo influenzeranno le classifiche di ricerca di un sito Web e il traffico organico.

Conclusione SEO per sviluppatori

L’aumento del traffico organico è un obiettivo chiave per la maggior parte dei proprietari di siti Web, quindi la SEO per gli sviluppatori è importante.

I buoni sviluppatori aiutano naturalmente la SEO creando siti Web intuitivi, ma vale la pena comprendere l’ottimizzazione dei motori di ricerca stessa. Anche solo le basi potrebbero permetterti di prendere decisioni più informate e offrire un servizio migliore ai tuoi clienti.

La SEO per gli sviluppatori non deve essere complicata, ma può fare la differenza per il successo di un sito web.

Neil Patel

Clicca per votare questo post!
[Totale: 11 Media: 5]

Dessen Peters

DVMAGIC - agenzia SEO europea fondata nel 2015. Posizionamento organico, ottimizzazione del sito web, web marketing. SEO locale, SEO e-commerce. Esperti SEO multilingue. Consulenze SEO. Supporto SEO. Posizionamento su Google.